I 15 investigatori paranormali più famosi di tutti i tempi

3.7
(3)

Il soprannaturale è antico. Secondo la maggior parte dei testi religiosi, il soprannaturale è anteriore all’umanità, e le più antiche società umane conoscevano i fantasmi e le storie di fantasmi come se conoscessero i loro vicini. Dalle religioni popolari all’ultimo film horror, il soprannaturale è stato con noi e continuerà a esserlo nonostante le relativamente recenti intrusioni del laicismo e dello scetticismo scientifico.

A quel tempo, grazie alla divulgazione del metodo scientifico e all’analisi empirica, molti cominciarono a speculare se il mondo invisibile potesse essere catalogato ed esaminato come il mondo razionale della vita quotidiana. Alcuni ricercatori presero questo compito molto seriamente e cominciarono ad applicare la scienza accettata o l’analisi testuale a cose come la chiaroveggenza, le storie di fantasmi storici e così via.

Mentre molti usavano la scienza come un modo per confutare tutti gli elementi del soprannaturale, alcuni si convinsero che la scienza moderna non poteva spiegare tutti i misteri della vita. Ancora più scienziati dilettanti e ricercatori dopo l’occulto e l’arcano hanno concluso che il paranormale e la normale coesistenza – una teoria che ha contribuito a far aumentare le vendite di libri e l’interesse del pubblico in generale.

Tutti i ricercatori paranormali, dai ciarlatani ai veri credenti, hanno contribuito a universalizzare l’interesse popolare e l’indagine sul soprannaturale che va oltre i semplici racconti da campo. Grazie al proliferare di programmi televisivi e documentari riguardanti le indagini paranormali e le persone che le conducono, esiste ora un vocabolario condiviso, anche per chi è solo nominalmente interessato all’argomento. Data questa visibilità culturale, è doveroso esaminare 15 ricercatori paranormali pionieri della storia.

William Seabrook

Invece di utilizzare un microscopio o un serio fondamento nelle scienze fisiche, William Seabrook ha perseguito il soprannaturale nell’unico modo che conosceva, come giornalista. Nato a Westminster, Maryland, da un ex avvocato diventato ministro luterano, Seabrook sosteneva che la sua sete di soprannaturale era stata ispirata da sua nonna, una tossicodipendente di oppio, figlia della natura e strega.

Dopo aver vissuto una vita intera in pochi anni (come membro di alto rango di un’agenzia pubblicitaria, come membro del servizio americano dell’esercito francese durante la prima guerra mondiale e come reporter del New York Times), Seabrook si è finalmente imbattuto in un’idea che avrebbe reso il suo nome sinonimo di avventura occulta durante la sua vita. Dopo aver incontrato uno studente libanese in visita alla Columbia University, Seabrook accettò un’offerta di viaggio in Medio Oriente.

Raccolti insieme come avventure in Arabia: Tra i beduini, i drusi, i dervisci vorticosi e gli adoratori del diavolo Yezidee, l’incursione di Seabrook nel mondo musulmano è oggi più famosa per la sua dichiarazione che la minoranza curda yazidiana supervisiona una catena di sette torri dedicate alla “trasmissione di vibrazioni occulte” al servizio del male.

L’Isola Magica, una rappresentazione approfondita della vita haitiana sotto la supervisione dei Marines americani, è comunemente (ed erroneamente) conosciuta come il libro che ha introdotto la parola “zombie” nel lessico inglese. L’Isola Magica ha posto Seabrook come un improbabile iniziato nel mondo del voodoo haitiano. Mentre si trovava lì, fu testimone di rituali non registrati in precedenza e sentì storie riguardanti i lavoratori non morti e la loro avversione per il sale. A un certo punto, Seabrook ha affermato di aver visto un vero zombie, anche se non l’ha mai descritto come dotato di poteri soprannaturali evidenti. The Magic Island ha ispirato direttamente il film White Zombie del 1932, che è spesso considerato il primo film di zombie.

Dopo il successo di The Magic Island, Seabrook ha continuato a scrivere strani diari di viaggio che hanno portato i lettori ai margini della società. In Jungle Ways, Seabrook descrive graficamente cosa significa mangiare carne umana, mentre Asylum è un resoconto molto personale delle lotte di Seabrook contro l’alcolismo mentre veniva volontariamente confinato in un ospedale psichiatrico. Nel 1940, Seabrook pubblicò Witchcraft: Il suo potere nel mondo d’oggi, uno studio critico del soprannaturale che conclude che la scienza può spiegare la maggior parte dei fenomeni occulti. Tuttavia, tali conclusioni non hanno impedito a Seabrook di sperimentare personalmente la percezione extrasensoriale o di partecipare a rituali di magia nera progettati per maledire Adolf Hitler.

Joseph Banks Rhine

J.B. Rhine ha lasciato un’eredità così potente che la Duke University, una delle principali istituzioni accademiche degli Stati Uniti, ha chiamato il suo laboratorio di parapsicologia il Rhine Research Center. Botanico di formazione (con un master e un dottorato dell’Università di Chicago), Rhine era particolarmente interessato allo studio di ciò che egli definiva “parapsicologia”.

Ispirato da una conferenza tenuta da Sir Arthur Conan Doyle all’Università di Chicago, Rhine ha accettato l’invito ad unirsi al Dr. William McDougall, un rinomato psicologo e ricercatore del paranormale a sé stante, alla Duke, dove Rhine ha iniziato a contemplare se la comunicazione con i morti fosse possibile o meno utilizzando i più moderni strumenti disponibili a quel tempo.

Mentre si preparavano a quello che sarebbe stato un esperimento monumentale, Rhine e sua moglie, Louisa Heckesser (anche lei dottoranda in botanica), scrissero un articolo che esponeva un mezzo fraudolento di Boston chiamato Mina Crandon. L’articolo, apparso sul Journal of Abnormal and Social Psychology, fece notare ad Arthur Conan Doyle, un noto discepolo del chiaroveggente esposto, “J.B. Rhine è un asino”.

Per la maggior parte della sua vita, la ricerca e il lavoro di Rhine furono dedicati allo studio della percezione extrasensoriale (ESP). È autore di diversi libri sull’argomento ed è stato uno dei primi a studiarlo seriamente come argomento accademico. William Seabrook condivideva l’interesse di Rhine, e i due spesso collaboravano ad esperimenti, utilizzando la fattoria di Seabrook a nord di New York come laboratorio. Stranamente, il dottor Peter Venkman (interpretato da Bill Murray) si è esibito in un test ESP ispirato al Reno (anche se non scientifico) all’inizio di Ghostbusters.

George Estabrooks

All’inizio degli anni ’40, il dottor George Estabrooks fece un’affermazione sorprendente. Il presidente del Dipartimento di Psicologia della Colgate University, che allora lavorava con l’esercito americano durante la Seconda Guerra Mondiale, affermò che “posso ipnotizzare un uomo – a sua insaputa o senza il suo consenso – per commettere tradimento contro gli Stati Uniti”.


Prima di diventare un esperto di ipnosi, Estabrooks è stato un Rhodes Scholar e un laureato di Harvard che ha scritto diversi articoli sull’applicazione dell’ipnosi clinica e i suoi effetti sul comportamento umano.

Nel 1943, Estabrooks raccolse la sua esperienza, le sue ricerche e le sue riflessioni sull’argomento per scrivere Hypnotism, un testo fondamentale riguardante i vari usi dell’ipnotismo. In un articolo del 1971 per Science Digest, Estabrooks non solo affermò che l’uso dell’ipnotismo come parte della raccolta di informazioni era pericoloso, ma mise anche in evidenza diversi strani eventi che accadevano mentre faceva l’ipnotismo sui membri dei servizi segreti americani. Senza dubbio, i primi esperimenti di ipnotismo di Estabrooks, così come la sua convinzione che l’ipnotismo potesse essere usato per manipolare le menti a lungo termine, hanno influenzato il programma di controllo del pensiero MKULTRA della CIA.7Rufus

Rufus Osgood Mason

Un ex studente del seminario che divenne assistente chirurgo della Marina degli Stati Uniti durante la guerra civile, Rufus Osgood Mason iniziò più tardi una seconda carriera come famoso ricercatore di parapsicologia e di fenomeni insoliti.

Le aree di interesse specifiche di Mason erano la telepatia e l’ipnoterapia. Mason scrisse del primo nel 1897 della Telepatia e del Sé Subliminale, mentre nel 1901 coprì il secondo con l’Ipnotismo e la Suggestione in Terapeutica, Educazione e Riforma, uno dei padri fondatori della ricerca paranormale, Mason era un membro rispettato e contribuente della Society for Psychical Research inglese, un’organizzazione che esiste ancora oggi.

Molti dei metodi e delle ipotesi di ricerca di Mason continuano a influenzare coloro che studiano l’ESP, l’ipnosi e altre vie della parapsicologia e della metafisica.

Karlis Osis

Karlis Osis, di origine lettone, si distingue per essere stato uno dei primi uomini nel suo campo (psicologia) ad aver ottenuto un dottorato di ricerca con una tesi di laurea che si concentrava esplicitamente sulla ricerca sull’ESP. Ispirato dalle “visioni sul letto di morte” studiate per la prima volta dal fisico britannico e fondatore della Society for Physical Research William Fletcher Barrett, Osis, insieme al collega parapsicologo Erlendur Haraldsson, ha condotto un’indagine di ricerca che è durata dal 1959 al 1973.

Quando fu finalmente pubblicato dall’American Society for Physical Research, Osis e Haraldsson sostennero che le visioni sul letto di morte si verificavano nel 50% della popolazione studiata negli Stati Uniti e in India, e successivamente pubblicarono At the Hour of Death, uno studio più approfondito sulle visioni sul letto di morte. Quasi immediatamente, questo studio è stato messo in discussione, con Terence Hines, autore di Pseudoscience and the Paranormal, sostenendo che Osis e Haraldsson hanno travisato i loro numeri e hanno persino riportato informazioni ottenute di seconda mano.

L’interesse di Osis per le visioni sul letto di morte lo ha portato ad esaminare gli scenari della vita dopo la morte e la possibilità di comunicare con i morti. Prima di morire nel 1997, Osis è stato presidente dell’Associazione Parapsicologica e ha indagato su numerose affermazioni di attività fantasma e poltergeist.

Peter Hurkos

Se Peter Hurkos deve essere considerato un ricercatore paranormale, allora anche lui deve essere riconosciuto come un intrattenitore. Nativo dei Paesi Bassi, Hurkos è diventato famoso per aver mostrato i suoi poteri ESP in diretta televisiva.

Come tale, il cosiddetto “Modello Psichico del XX secolo” presagiva i mezzi televisivi successivi come John Edward e “Long Island Medium” Theresa Caputo.Hurkos sosteneva di aver acquisito il suo “dono” dopo essere caduto da una scala e aver subito una lesione cerebrale traumatica intorno al 1941. Da lì, Hurkos fu portato negli Stati Uniti dal collega Andrija Puharich, un medico che si occupava principalmente di parapsicologia.

Per quasi tre anni, Puharich mise alla prova le presunte capacità ESP di Hurkos in un ambiente di laboratorio. Dopo aver convinto il dottor Puharich, Hurkos iniziò a lavorare come sensitivo e fu impiegato da diversi dipartimenti di polizia. Hurkos sosteneva che, grazie alle sue capacità, poteva fare i nomi degli assassini o trovare le vittime.

Quando queste affermazioni furono messe alla prova, come nel caso degli “Omicidi del Michigan” della fine degli anni ’60, spesso fallirono, portando così molti a credere che Hurkos fosse un finto sensitivo.

Frederick Bligh Bond

Come gli altri di questa lista, Frederick Bligh Bond è nato nella sua vocazione di ricercatore paranormale. Cugino di Sabine Baring-Gould, sacerdote anglicano e scrittore di Onward, Soldati Cristiani (che ha anche composto tomi come A Book of Ghosts e The Book of Were-Wolves), Bond ha probabilmente provato un’attrazione genetica per lo strano e l’inspiegabile: architetto per formazione e istruzione, Bond fu assunto nel 1907 per gestire gli scavi nell’abbazia di Glastonbury e dintorni.

All’insaputa dei suoi datori di lavoro, Bond era profondamente interessato allo spiritualismo, una religione allora popolare che coinvolgeva i medium, le sedute spiritiche e altre forme di comunicazione con i fantasmi. Inoltre, Bond era convinto che l’abbazia di Glastonbury, un monastero benedettino anglosassone del settimo secolo, fosse stata costruita secondo i precetti della geometria sacra e quindi fornisse un pozzo illimitato per il contatto con i morti.

Sebbene Bond sia stato licenziato dopo che la Chiesa anglicana ha saputo dei suoi interessi negli anni Venti, i suoi scavi all’Abbazia di Glastonbury sono spesso considerati la prima istanza dell’archeologia psichica, o il metodo di usare la chiaroveggenza per discernere certe verità storiche su un sito archeologico. Come racconta Bond nel suo libro The Gate of Remembrance, i suoi pensieri sull’Abbazia di Glastonbury sono iniziati dopo aver iniziato a praticare la scrittura automatica; in seguito, Bond è diventato membro della American Society for Physical Research e del Ghost Club ed è persino diventato un sacerdote ordinato nella Old Catholic Church of America.

Sir William Crookes

Lo scienziato più esperto di questa lista, Sir William Crookes è conosciuto soprattutto per diverse invenzioni, come il rivoluzionario Crookes Tube (un primo tipo di tubo a vuoto) e il suo radiometro. Meno noto di Crookes è che era uno spiritualista che applicava le sue conoscenze di scienza fisica e chimica allo studio dei fantasmi e di altri fenomeni.

Dopo aver esaminato diversi medium, come la spesso screditata Catherine Fox, Crookes dichiarò che erano legittimi e insistette sul fatto che certi medium potevano davvero comunicare con il defunto. Al culmine dell’interesse di Crookes per il paranormale, si unì al Ghost Club, alla Società per la Ricerca Fisica e alla Società Teosofica di Madame Blavatsky. Purtroppo, a causa della sua scarsa vista e del suo desiderio di credere nei principi dello spiritualismo, Crookes è stato ingannato da falsi medium in diverse occasioni.

Harry Price

Straordinario cacciatore di fantasmi, Harry Price ha fatto carriera esponendo falsi medium psichici e spiritualisti. Influenzato dal “Grande Sequah”, un hocker itinerante e venditore di olio di serpente che ha visitato la sua nativa Shrewsbury, Price ha iniziato la ricerca sul paranormale alla giovane età di 15 anni. Secondo la sua biografia, la prima caccia ai fantasmi di Price è avvenuta quando lui e un amico hanno passato la notte in un maniero apparentemente infestato. Durante la notte, la coppia sperimentò alcuni dei segni distintivi dell’attività paranormale: orme disincarnate, forme misteriose e rumori inspiegabili. In seguito, Price ha iniziato ad acquistare e a raccogliere libri di magia e di magia, che sarebbero rimasti un’ossessione per tutta la vita: un autopromotore di successo, Price era noto per le interviste cinematografiche e per la caccia ai fantasmi davanti alle telecamere.

Quando non sfatò uomini come il “fotografo degli spiriti” William Hope o la medium Eileen J. Garrett, Price intraprese indagini pubbliche come il Brocken Experiment, che cercò di evocare elementi di magia nera in occasione della celebrazione del centenario del compleanno di Goethe.

Di tutti i casi di Price, le sue indagini al Borley Rectory, spesso chiamato la casa più infestata d’Inghilterra, sono le più famose. Secondo alcune fonti, la caccia ai fantasmi di Price al Borley Rectory ha evocato una spaventosa attività poltergeist.

Montague Summers

Sebbene sia nato alla fine del XIX secolo, Montague Summers si considerava un cacciatore di streghe e vampirologo medievale e si dedicava alla cronaca delle forze oscure del mondo occidentale. Nessuna azione è un’indicazione maggiore di questa convinzione della decisione di Summers di tradurre in inglese il manuale Malleus Maleficarum del 15° secolo del cacciatore di streghe nel 1928.

Laureatosi a Oxford, che inizialmente sperava di diventare un sacerdote anglicano, Summers alla fine partì per il cattolicesimo romano dopo essersi sentito bloccato dal raggiungimento di ordini superiori a causa del suo interesse per l’occulto, il satanismo e la pederastia. Dopo essersi convertito, Summers dichiarò di essere un sacerdote cattolico ordinato e cominciò a scrivere diligentemente sul soprannaturale.

Alcune delle sue opere più popolari includono la stregoneria e la magia nera, Il lupo mannaro in Lore e Leggenda, e Il vampiro: il suo Kith e Kin.Un noto esperto della storia del soprannaturale in Europa, Summers si è guadagnato la reputazione di un eccentrico incrollabile che ha sfilato intorno all’Inghilterra degli anni Venti in una tonaca nera e una berretta. Nonostante le prese in giro della stampa dell’epoca, le pubblicazioni di Summers (che, ad essere onesti, sono più narrative che saggistiche) contribuirono notevolmente a dare credito all’idea che le leggende popolari e gli argomenti paranormali fossero degni di studio accademico.

Mary Rose Barrington

Mary Rose Barrington. Mary Rose Barrington (gennaio 1926 – 20 febbraio 2020) era una parapsicologa e un’avvocatessa e amministratrice di opere di carità. È stata presidente della Oxford University Society for Psychical Research, ed è entrata a far parte della Society for Psychical Research nel 1957, diventando membro del Consiglio nel 1962.
Mary Rose si è laureata in storie di fantasmi a Lodge’s Survival of Man mentre era a scuola, e in seguito ha assunto la carica di Presidente della Oxford University Society for Psychical Research. Si è unita al SPR nel 1957, diventando membro del Consiglio nel 1962. Ha partecipato a molte indagini ed esperimenti e ha fatto parte del Comitato per i Casi Spontanei sin dalla sua fondazione. Prima del pensionamento è stata avvocato e amministratrice di associazioni benefiche, e nel settore del volontariato si è impegnata attivamente nelle cause della protezione degli animali e dell’eutanasia volontaria. Nel 1995 è stata eletta vicepresidente della Società. La sua pubblicazione più importante è Un mondo in un granello di sabbia: La chiaroveggenza di Stefan Ossowiecki, scritto insieme a Ian Stevenson e Zofia Weaver (McFarland, 2005)

Guy Lyon Playfair

Guy Lyon Playfair, morto all’età di 83 anni, era un investigatore del paranormale meglio conosciuto per il suo lavoro sul cosiddetto poltergeist Enfield nel nord di Londra.
Con Maurice Grosse, il suo collega della Society for Psychical Research, Playfair è arrivato alla casa popolare bifamiliare di Green Street, a Enfield, giorni dopo le prime segnalazioni di disturbi inspiegabili nel 1977.
La casa era occupata da Margaret Hodgson, una divorziata, e dai suoi quattro figli, due dei quali, Janet di 11 anni e Johnny di 10, affermavano che i loro letti tremavano inspiegabilmente.

Ed & Lorraine Warren

Edward Warren Miney (7 settembre 1926 – 23 agosto 2006) e Lorraine Rita Warren (nata Moran; 31 gennaio 1927 – 18 aprile 2019[1]) sono stati investigatori paranormali americani e autori associati a importanti casi di infestazioni. Edward era un autodidatta e un autoproclamato demonologo, autore e docente. Lorena si professava chiaroveggente e medium di trance leggera che lavorava a stretto contatto con il marito.


Nel 1952, i Warren fondarono la New England Society for Psychic Research, il più antico gruppo di caccia ai fantasmi del New England[2], autore di numerosi libri sul paranormale e sulle loro indagini private su vari rapporti di attività paranormale. Hanno affermato di aver indagato su oltre 10.000 casi nel corso della loro carriera. I Warren sono stati tra i primissimi investigatori della controversa caccia a Amityville. Secondo i Warren, il N.E.S.P.R. utilizza nelle sue indagini una varietà di individui, tra cui medici, ricercatori, agenti di polizia, infermieri, studenti universitari e membri del clero.
Le storie di fantasmi popolarizzati dai Warren sono stati adattati come o hanno indirettamente ispirato decine di film, serie televisive e documentari, tra cui 17 film della serie Amityville Horror e sette film di The Conjuring Universe.


Gli scettici Perry DeAngelis e Steven Novella hanno indagato sulle prove dei Warren e le hanno descritte come “blarney”. Gli scettici investigatori Joe Nickell e Benjamin Radford hanno concluso che le più famose infestazioni, Amityville e la famiglia Snedeker, non sono accadute e sono state inventate.

Ciarán O’Keeffe

E’ uno psicologo irlandese specializzato in parapsicologia e psicologia forense  docente di psicologia con una componente parapsicologica, O’Keeffe è membro della Society for Psychical Research e consulente senior del Ghost Club. Secondo il suo sito web, ha completato il dottorato di ricerca presso la University of Hertfordshire sotto la supervisione di Richard Wiseman e Julia Buckroyd.

Maurice Grosse

Maurice Grosse (6 marzo 1919 – 14 ottobre 2006) è stato un investigatore paranormale britannico. Famoso per il suo coinvolgimento nel caso Enfield Poltergeist dal 1977 al 1979, è stato successivamente ritratto in The Enfield Haunting (2015) di Timothy Spall e più recentemente in The Conjuring 2 (2016) di Simon McBurney.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca su una delle stelle per votarlo!

2 commenti su “I 15 investigatori paranormali più famosi di tutti i tempi”

  1. I was more than happy to uncover this website. I wanted to thank you
    for ones time for this particularly wonderful read!! I definitely appreciated every bit
    of it and i also have you bookmarked to check out
    new things on your site.

  2. You emphatically put a new spin on a subject that’s been written about for years. Noteworthy material, just fabulous! I enjoy reading a post that will make people think, thanks and we want more! Added to FeedBurner besides. If you have a chance check out my web site. It’s a work in progress, but I assume that someday it will have nearly as good of subject matter as yours.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+ 76 = 78