Influenza tra credo e cultura

4.6
(15)

di Grace Amber Jaxn

Anche in questo articolo vorrei iniziare con una premessa: tutto ciò che andrete a leggere a proposito di questo argomento, non deve assolutamente influenzare il vostro credo e la vostra fede. Rispetto pienamente il pensiero altrui.

Ma sarebbe stupido non prendere coscienza dei fatti salienti, che purtroppo hanno visto la chiesa artefice di crimini efferati e corruzione. A partire dalla sua fondazione, quando Costantino Imperatore di Roma, pagano dalla nascita (adorava più Dei – e già questo la dice lunga), gettò il fondamento del cristianesimo, durante il sinodo o il concilio di Nicea, facendo morire cesari e augusti per il semplice scopo di far decadere il potere tetrarchico dell’impero romano.

Durante le crociate erano i papi stessi spesso a condurre le battaglie, facendo stragi di sangue infinite.

La santa inquisizione condannò al rogo e all’impiccagione migliaia di uomini, donne e bambini come eretici o adoratori del diavolo, spesso per motivi futili o colpe inesistenti, come lo spergiuro e il tradimento. O magari, solo perchè erano abili speziali, usavano erbe mediche o erano donne di libero pensiero, venivano tacciate come streghe e arse vive sul rogo.

Le donne hanno sempre fatto molta paura alla chiesa e per questo motivo venivano discriminate e spesso uccise. Le vedevano come diavoli, capaci di fuorviare la mente degli uomini con il piacere carnale. Abili manipolatrici non degne del “padrone”. Mentre c’erano religioni pagane e ci sono tutt’ora, in cui la donna veniva, e viene venerata, come Dea, in quanto capace di dare la vita.

Per non parlare delle immense ricchezze dello stato pontificio, della corruzione e degli innumerevoli segreti di stato che tenevano e ancora mantengono, con i governi del pianeta.

La chiesa ci ha tenuto stretti nella morsa della paura per secoli e secoli di storia. La paura è paralizzante, ma sopratutto tiene a bada le masse di infedeli. E il potere che sino ad ora la chiesa ha esercitato è infinito.

La paura di essere condannati al rogo eterno, la paura del diavolo e tutto ciò che ne consegue. La chiesa ha sempre voluto tenere il controllo dei popoli sotto la stessa fede. Con l’intento di convertire le altre religioni in un’unica sotto il “vero” Dio e con questa scusa ha ucciso, martoriato, flagellato e crocifisso un sacco di persone.

Ma torniamo per un attimo alla base del Cristianesimo, Gesù il Nazareno. E’ l’unica figura vera, tangibile e concreta nella storia della chiesa. Ma sono riusciti a fuorviare anche quella.

Non solo Gesù era ebreo e non nacque il 25 Dicembre, ma fecero passare Maria Maddalena per una prostituta quando in realtà era sua moglie. Era un esseno, abile uomo di medicina, pratico di erbe e unguenti. Questo non significa che non credo nei suoi miracoli, ma che sicuramente ha aiutato e guarito moltissime persone.

Clicca sulla copertina per visualizzare il libro

Inchiesta su Gesù

In “Inchiesta su Gesù”, Corrado Augias, studioso da sempre dell’argomento, descrive che dalle ricerche storiche emerse durante gli anni di studi, la figura di Gesù venne completamente trasformata. Pare che non solo fosse sposato, ma che ci sia addirittura una progenie della famiglia del Nazareno.

Posso andare avanti pagine intere, credetemi. L’Opus Dei che con la flagellazione e le pene corporali  induceva gli adepti a colpirsi a morte per espiare le loro colpe.

I cavalieri Templari, che inizialmente erano a servizio della chiesa per perseguire e proteggere il santo Graal, diventarono acerrimi nemici della stessa, la quale comprese che,possedendo l’ambita reliquia era in grado di detenere un potere ancora maggiore sulle masse. Dichiarando i cavalieri “eretici” se ne liberava definitivamente.

Vogliamo parlare della pedofilia nell’ambito clericale? No, direi che questo argomento lo salterei volentieri. Però credo che abbiate capito il concetto.

Se volete diventare menti libere e universali, dovrete sganciare l’ancora da ciò che la nostra ridondante chiesa cattolica ci ha istillato in duemila anni. Questo non vi vieta di continuare a credere.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca su una delle stelle per votarlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 + = 22