Biografia


GRACE AMBER JAXN

CHI SONO

Sono nata a Milano in un quartiere popolare sul naviglio che ancora mi regala bellissimi ricordi quando casualmente passo di li. Ero riservata e timidissima e non amavo troppo stare con i coetanei, anche perchè ero stata cresciuta dalla nonna, dato che i miei genitori avevano aperto un negozio di abbigliamento negli anni ottanta, quando ancora c’era la lira e non c’era nemmeno da pagare l’IVA o emettere lo scontrino. Una pacchia insomma.
Ricordo tantissime cose di quel periodo spensierato. I giochi in cortile con i compagni di classe più o meno simpatici, le sbucciature, le lacrime, il gesso sulle dita, l’elastico per giocare e la mia cara nonna che ho amato infinitamente.
Ricordo un aneddoto che ancora mi fa sorridere.
Una notte la sentii urlare dalla mia cameretta (uno sgabuzzino di un metro per due che a me sembrava lo stesso una reggia). La nonna dormiva in sala, in quei mobili finti dove dentro c’è un letto pieghevole. Onestamente non so come avesse fatto ad incastrarsi, ma quando accorsi per vedere che cavolo era successo la trovai ad annaspare nell’aria con le braccia e il corpo completamente schiacciato a panino nel letto, che nel frattempo si era chiuso. Prima la soccorsi, poi morii dal ridere insieme a lei.
Spesso dormivamo insieme nel lettone enorme della casa al lago e dato che era più alto nel centro e in pendenza ai bordi, ogni volta finivo per rotolare dalla sua parte, costringendola a dormire dalla mia. Lei rassegnata, faceva tutto il giro del lettone immenso e andava a dormire dall’altro lato. Ovviamente quando aprivo gli occhi sul suo comodino c’era la sua meravigliosa dentiera dentro al bicchiere che mi sorrideva soddisfatta, quasi a dire «Hai voluto dormire da questa parte? Mo’ ti becchi la parata di denti in salamoia!».
La pappa grattugiata al mattino, doverosamente preparata con quattro fette biscottate grattugiate pazientemente nel passaverdura, un cucchiaio di cacao e uno di zucchero e per finire il latte caldo a pioggia sopra. Me la portava a letto! Che anni meravigliosi.
Quando ero malata era rigorosamente semolino, dove, per farmi star meglio, mi disegnava con il cucchiaio le paperette. Sì, mi viziava di brutto. Mi manca tremendamente.
Poi le medie dalle suore e anche il liceo artistico. Ogni tanto mi chiedo come io possa essere uscita una persona sana di mente visto l’assenza dei miei genitori e le scuole cattoliche. Qualcuno a questo punto potrebbe mettere in discussione questa teoria, dato il contesto paranormale del sito, ma vi lascio il beneficio del dubbio! 😉
Sono dislessica ahimè, tremendamente e dopo aver sofferto per anni i vari complessi di inferiorità, di  inadeguatezza che questa condizione ti crea, sono arrivata a una conclusione. Credo che la dislessia sia una caratteristica dei sensitivi, che se da un lato ci permette di comunicare con l’altra dimensione, dall’altro ci ostacola nella vita quotidiana. E’ un prezzo da pagare che solo ora ho accettato.

Non sono del tutto sicura che sia una condizione generalizzata o se questa sia una cosa solo mia.

Successivamente ho compiuto studi artistici e accademici, atti a costruire un percorso formativo e lavorativo nell’ambito del restauro di affreschi ed opere d’arte. Mi sono sposata e ho avuto tre meravigliosi ragazzi che sono la gioia della mia vita. Nel 2002, ahimè il fallimento del mio matrimonio e successivamente sono subentrata nell’attività di famiglia a causa della malattia dei miei genitori che sono mancati prematuramente pochi anni dopo.
Nel 2009 ho iniziato un percorso di studio e ricerca sul paranormale, esoterismo e filosofia New Age, dato le mie doti di sensitiva e le esperienze coltivate.
Ho incominciato l’esperienza di scrittrice esordiente con racconti e novelle nel 2016. Nel 2020 ho pubblicato “Anime di smeraldo – Come si comunica con l’aldilà”, dove racconto la mia particolare esperienza con un personaggio pubblico di fama internazionale scomparso da qualche anno e mi sono impegnata a dare una panoramica generale sull’argomento, una visione globale sulla possibilità d’interagire con altre dimensioni e sulla ricerca dell’equilibrio interiore.
Nello stesso anno uscirà un romanzo “Dandellion”. Un fantasy che ricalca le gesta dell’ultima legione di cavalieri Templari. Ricco di avventura, intrecci amorosi e colpi di scena.
La saga “Blu butterfly” con la quale ho esordito, viene cancellata, per essere egregiamente sostituita dall’ultimo libro. 

Blog “Le voci di Grace”

Sono presenti articoli inerenti al mondo del paranormale, del ghost hunting e tutto ciò che riguarda la ricerca nel campo della parapsicologia, la metafonia, e tutti gli eventi inspiegabili.

I miei libri

Quello che scrivo è sempre dedicato all’argomento paranormale e al thriller fantasy. Le mie esperienze personali, la mia storia e le ricerche effettuate.


PERCHè QUESTO BLOG

La Mia Storia

Per la maggior parte di noi, scrivere un libro, credo sia un sogno nel cassetto, coltivato sin da quando abbiamo imparato, che la nostra compagna di banco dai capelli rossi, aveva più seno di noi… Leggi di più